Diritto alla pace e a difendersi dall’aggressione

Gli ucraini hanno diritto alla pace ma anche a difendersi dall’aggressione. Subito prima del conflitto Russo ucraino, l’opinione pubblica non era a conoscenza delle problematiche della popolazione russofona presente in alcune aree del Ucraina. Alla popolazione che viveva in Ucraina, però di lingua russa, era stato richiesto di parlare in Ucraina. La storia già ci ha fatto conoscere questo tipo di angheria. Vi è stato un tempo in cui nella Corsica, parlare italiano era un reato che ti portava a molti anni di galera.  Vi era quindi un problema reale e concreto, per le popolazioni introdotte dall’Unione Sovietica a suo tempo nel territorio Ucraino. Ma la scelta di passare alla guerra, fa decadere qualsiasi diritto. Perché la sopraffazione chi avviene con le armi, non ha nessun diritto. Il diritto innanzitutto è quello la pace. Anche attraverso quella parola a noi tanto cara: attraverso la resistenza.

Diritto alla pace e a difendersi dall’invasore

Arrivano stranieri a distruggere la tua casa, le tue abitudini, la tua tranquillità familiare e il principio stesso della pace. Nessuno può obiettare alla legittimità della difesa. In questi giorni la politica italiana è più ricerca consenso, dice che inviare delle armi non serve a ottenere la pace. Dobbiamo però riflettere sul fatto, che la pace si può ottenere solamente quando l’aggressore incontra una reazione alla sua brutalità. Quanto sta venendo in Ucraina, ha allontanato dalla comunità internazionale la Russia. Probabilmente come immagine quest’ultima non ha più nulla da perdere. Ma continuerà nei suoi propositi, fino a quando vedrà che con la forza potrà ottenere dei benefici. Le forze politiche italiano che ci raccontano di pace, dovrebbero prendere in seria considerazione che l’aggressore deve essere messo nelle condizioni di non conseguire i risultati. In Italia Abbiamo migliaia di mezzi corazzati antiquati e inutilizzati. Che vengano usati per la difesa dell’Ucraina.

Azostal nido d’amore e morte degli sposi
Continua a leggere